l’équipe de France – 4/4 – ATTACCANTI: Nicola Freddio

PORTIERI ()

DIFENSORI ()

CENTROCAMPISTI ()

ATTACCANTI

In linea con gli altri reparti, anche l’attacco francese ha poco a che invidiare alle altre nazionali che si sfideranno in Brasile. Non manca comunque qualche sorpresa come l’ esclusione di Gignac e della coppia del Lione Gomis-Lacazette. Nel 4-3-3 di Deschamps, il trio là davanti dovrebbe essere formato da Ribery-Benzema-Valbuena ma non è da escludere anche l’ipotesi di vedere Giroud in mezzo all’area con Ribery e Benzema pedine mobili che gli girano intorno.

FRANCK RIBÉRY – 07/apr/1983 – FC Bayern Monaco – ( ? ): Campione assoluto e stella del reparto offensivo con Benzema, il francese arriva al suo terzo mondiale con la consapevolezza, ormai consacrata dalle vittorie in Europa, di poter essere decisivo in qualsiasi momento. Giocherà a sinistra, largo, pronto a saltare l’uomo e creare superiorità numerica. Per chi dovrà affrontare les blues, Ribery sarà il primo fattore da neutralizzare.

KARIM BENZEMA – 09/lug/2009 – Real Madrid CF – ( ? ): Fresco di vittoria in finale di Champions League con il suo Real Madrid, il francese arriva al mondiale all’apice della carriera grazie a una maturità, come calciatore, finalmente raggiunta. Punta che segna ma che fa anche segnare, se riuscisse ad essere decisivo anche in fase di pressing su possesso palla avversario – aspetto sul quale Ancelotti ha lavorato alacremente – potrebbe fare un salto di qualità ancora più efficace e d’aiuto per la squadra.

MATHIEU VALBUENA – 28/set/1984 – Olympique Marsiglia – ( ? ): Stagione altalenante con l’OM nella quale ha subito diversi infortuni. Esterno di ottima qualità grazie a buona visione di gioco e discreta freddezza in zona gol, ha qualche problema nel difendere e dopo l’ora di gioco tende a perdersi, almeno in parte. Una staffetta tra lui e Remy o Griezmann potrebbe diventare un fattore fondamentale per la Francia.

OLIVIER GIROUD – 30/set/1986 – FC Arsenal – ( ? ): Dal Montpellier all’Arsenal due stagioni orsono, la tecnica punta mancina non ha rispettato appieno quelle attese che gli gravitavano attorno. Necessita di un complesso di gioco ad hoc, fatto di cross e lanci lunghi; non tanto perché se la cavi male nel gioco palla-terra – anzi – ma perché a causa del suo fisico possente e imponente si stanca troppo, pagando gli sforzi profusi con poca lucidità sotto porta. Prezioso nel tener palla spalle alla porta e imbeccare gli inserimenti dei compagni, in determinate fasi del match può fare la differenza. Sarebbe interessante vederlo in coppia con Benzema, con Ribery più largo.

LOÏC RÉMY - 02/gen/1987 – Newcastle United – ( ? ): Potrebbe essere proprio lui una delle sorprese di Deschamps. Reduce da ottimi 12 mesi con il Newcastle, si lotterà il posto con Valbuena e non è da escludersi che possa spuntarla. Dinamico, veloce, alterna con incisività entrambe le fasi, caratteristiche che lo rendono perfetto per il tridente di un 4-3-3.

ANTOINE GRIEZMANN – 21/mar/1991 – Real Sociedad – ( ? ): Talento da vendere per questo ragazzo ormai cercato con insistenza in tutta Europa. La sua area di competenza è la fascia sinistra ma si muove bene anche sull’opposta; quello che colpisce di più di questo giovane giocatore è la bravura nell’inserimento tra le linee e la capacità di segnare, tanto che non è impossibile vederlo, un domani, giocare da seconda punta ruolo in cui potrebbe fare addirittura meglio di quanto non abbia fatto finora. Soluzioni balistiche che spaziano dalle più semplici ed efficaci, al tiro da fuori fino all’acrobazia. Ciò che ti regala in zona offensiva te lo toglie però nel difendere e gli manca quella continuità che lo trasformi in un campione, passo comunque – a mio parere – a sua portata, da qui a un paio di anni.

Les maussades”: Samir NASRI ( ? ) André-Pierre GIGNAC ( ? ), Bafetimbi GOMIS ( ? ), Alexandre LACAZETTE ( ? ).

Articolo di  ⁄ Calciolife Life

I commenti sono disabilitati